Suonando pezzi di vetro

i-libri, Gli Amanti dei Libri, Libreriamo,...

rassegna stampa

16 gennaio 2013 → i-libri.com

Suonando pezzi di vetro di Roberto Bonfanti

 

“A quel punto – e solo a quel punto – ho capito cosa dovevo fare. A quel punto – e solo a quel punto – ho capito che era tempo di raccogliere le fiches e alzarmi dal tavolo da gioco. O forse di puntarle tutte in un’ultima mano senza pensieri”.

I capitoli recano per titolo una data, come se si trattasse di un diario. Lo stile dell’autore e il linguaggio dei dialoghi è molto semplice e colloquiale. Una lettura che per chi ha sognato/sogna un futuro su un palco e con in braccio uno strumento, può costituire una piacevole e veloce opportunità di confronto.

13 gennaio 2013→ Gli Amanti dei Libri

Suonando pezzi di vetro di Roberto Bonfanti

 

Riflessivo, intimo e passionale. Suonando pezzi di vetro di Roberto Bonfanti è il romanzo adatto a chi vuole commuoversi. Il protagonista è un giovane che ancora raccoglie i frammenti della sua adolescenza, che insegue i suoi sogni. È la storia di un ragazzo con un lavoro precario che a distanza di un anno torna sul palco con i suoi tre amici musicisti. È la musica, infatti, la colonna portante dell’intero romanzo. Il titolo del libro “fa il verso” alla canzone di De Gregori, Pezzi di vetro.

8 gennaio 2013 → Libreriamo

Nel mio romanzo la musica è un modo per mettersi a nudo e fare i conti con se stessi

Il libro è il diario di un musicista e del suo ritorno sul palco, ma può anche essere letto come la storia di una qualunque passione significativa e significante all'interno della vita di chiunque di noi: così lo presenta l’autore, Roberto Bonfanti, che ci racconta com’è nato “Suonando pezzi di vetro”. Il romanzo è il primo titolo di Neverlab Libri, che non è una casa editrice ma una realtà sperimentale e inedita che opera nel panorama editoriale, un’“etichetta librografica”, ed è stampato e distribuito da Edizioni Del Faro.